Impianto fotovoltaico autonomo: come essere indipendente?

Tutti sognano un impianto fotovoltaico autonomo, cioè completamente indipendente e senza alcun collegamento alla rete elettrica nazionale.

L’indipendenza energetica è un desiderio, ma cosa occorre per realizzare un impianto fotovoltaico autonomo?

Grazie al fotovoltaico possiamo trasformare l’energia proveniente dal sole in elettricità, migliorare la qualità della nostra vita e rendere la nostra casa energeticamente indipendente.

 

 

Per raggiungere la tanto desiderata indipendenza energetica abbiamo bisogno di un impianto fotovoltaico a isola composto da 5 elementi indispensabili:

 

  • moduli fotovoltaici – protagonisti principali, possono distinguersi in base alla tecnologia policristallina o monocristallina, variare a seconda delle diverse esigenze come luogo di installazione e spazio disponibile.

 

  • inverter – cuore e centro di controllo del fotovoltaico a isola che monitora e gestisce la produzione di energia

 

  • batteria di accumulo – scatola magica dove è possibile conservare l’energia elettrica prodotta in eccesso dal fotovoltaico e utilizzarla la sera quando si ha più bisogno, un vero e proprio salvadanaio

 

  • generatore di corrente – strumento col quale è possibile erogare energia elettrica ovunque, non ne eravate a conoscenza vero? Molti clienti non si aspettano di dover inserire nell’impianto fotovoltaico autonomo un generatore di corrente. Inoltre questi prodotti sono alimentati da benzina, gpl o disel che ci allontanano un pò dall’idea di avere un impianto totalmente green

 

  • posizione ideale – l’impianto fotovoltaico ad isola viene utilizzano principalmente in luoghi isolati come la montagna dove è difficile essere allacciati alla rete elettrica nazionale

 

Case di montagna, baite, rifugi, camper e barche sono perciò i luoghi ideali dove installare gli impianti fotovoltaici ad isola, ma non sempre tutto è così limitato e l’indipendenza energetica può essere possibile anche per noi che abitiamo in città.

 

 

 

Anche se viviamo in un centro urbano è possibile installare un impianto fotovoltaico autonomo con qualche accorgimento in più.

 

 

In questi casi il nostro consiglio è quello di farsi preventivare un kit fotovoltaico che prevede l’utilizzo di pannelli fotovoltaici policristallini o monocristallini, inverter e ottimizzatori di potenza e accumulatore fotovoltaico senza però staccarsi dalla rete elettrica nazionale.

 

Pensiamoci bene questa soluzione ci permette di avere un salvagente di scorta! Siamo si, sempre allacciati alla rete elettrica nazionale, ma non necessitiamo di un generatore di corrente che certamente ha un ulteriore peso nel preventivo e in più inquina.

 

Vediamo insieme un esempio concreto di kit fotovoltaico autonomo che ai nostri clienti piace molto:

 

  • Moduli monocristallini Q.Cells 300 Wp – L’azienda Tedesca è tra i più grandi produttori di energia fotovoltaica in Europa. La loro tecnologia consente di ottimizzare le prestazioni di conversione della luce in caso di scarsa luminosità offrendo rendimenti elevati anche per spazi ridotti. Garanzia sul prodotto 12 anni.

 

  • Inverter e ottimizzatori di potenza Solaredge – I prodotti di monitoraggio più venduti ed apprezzati sul mercato, massimizzano la produzione di energia di ogni modulo fotovoltaico e riducono le perdite dovute all’ombreggiamento. Garanzia sul prodotto 25 anni.

 

  • Batteria di Accumulo Zucchetti o LG – Le batteria di accumulo Zucchetti e LG Chem sono prodotti di qualità facili da installare, i loro sistemi di gestione mantengono sotto controllo carica e scarica del sistema assicurando affidabilità e protezione.

 

Ciliegina sulla torta sistema sistema anti blackout incluso. Cosa vuol dire? Che quando l’energia elettrica viene a mancare in casa, la batterie di accumulo Zucchetti e LG sono dotate di funzione antiblackout. Riescono così a sfruttare la carica residua all’interno della batteria alimentando comunque la richiesta delle utenze dell’abitazione.

 

 

In questo modo è possibile ottenere un buon compromesso: l’energia del sole viene trasformata in energia elettrica e conservata nelle batterie di accumulo coprendo parte del fabbisogno serale e notturno, mentre il resto dell’energia elettrica viene fornito dalla rete elettrica.

 

 

Scopri come comporre il tuo fotovoltaico a isola

Acconsento al trattamento dei dati
All Energy si impegna per tutelare la privacy dei propri clienti, ai sensi del Decreto Legislativo 30/6/2003, n.196

Il nostro staff ti contatta entro 24 ore lavorative
per valutare insieme 
quali sono le migliori soluzioni
in base alle tue esigenze